Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 9 Settembre 2021

40

Stamattina Luca ci presenta una pagina dura da digerire. Non è facile amare chi ti fa del male, eppure questa è la misura indicata da Gesù il quale  ci dice che è possibile. E ci indica di amare chi ci fa del male facendo del bene e pregando per questa persona. Non sempre quando qualcuno si allontana da noi o noi ci allontaniamo da altri ci può essere una riconciliazione.. per vari motivi ma questo non ci esime da amare quella persona portandola nel nostro cuore davanti a Dio,  benedicendo ogni giorno quella persona e la sua vita.

Gesù in pratica ci mette in guardia con una domanda: Che cosa fai di straordinario se ami soltanto coloro che ti amano o coloro con i quali ti trovi bene, a tuo agio, con cui hai delle affinità? La traduzione più esatta di questa domanda è un’altra: se non ami coloro che ti sono nemici, come riveli la tua grazia?

Cioè se tu non ami coloro che ti hanno fatto del male in che modo manifesti la Misericordia di Dio, la grazia di Dio che ti abita? in che modo riveli insomma l’amore di Dio in te? Non solo, ma ogni volta che riusciamo a perdonare e a vivere i rapporti con gli altri secondo queste indicazioni di Gesù la misericordia e la grazia quindi di Dio, in noi si moltiplica, aumenta…

È quella misura ben pigiata che ci portiamo in grembo. Non siamo cioè dei vuoti a perdere. Oggi questa pagina la faccio entrare nel profondo del mio cuore per vedere se sono in sintonia con quello che Gesù mi chiede per rivelare la misericordia di Dio che abita il mio cuore e che mi viene donata ogni giorno gratuitamente. Sr Palmarita Guida 


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedenteAlberto Maggi – Commento al Vangelo di domenica 12 Settembre 2021
Articolo successivodon Francesco Pedrazzi – Commento al Vangelo del 9 Settembre 2021