Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 8 Giugno 2020

195

Le Beatitudini sono la nuova legge dell’amore. La legge data da Dio a Mosè era propedeutica proprio alla legge nuova dell’amore e mentre questa prima legge era basata soprattutto sul non fare qualcosa, per poter essere gradito a Dio, la legge delle beatitudini invece è basata sul fare delle cose per essere felici e per essere quindi Santi cioè graditi a Dio. Le Beatitudini contengono in sé la ricompensa che non è futura ma attuale.

Le Beatitudini sono percorse solo dai Santi, da coloro che non solo credono in Dio, ma si affidano a lui, obbediscono al suo amore, si rendono piccoli e poveri a immagine del figlio di Dio. Gesù è il prototipo di colui che ha incarnato tutte queste Beatitudini che si racchiudono in un’unica beatitudine: la felicità dell’amore. Aver ricevuto l’amore di Dio e averlo gustato e averlo dato: questa è la felicità. Beati i poveri in spirito e la chiave di volta di tutte le altre Beatitudini. Dalla prima riusciamo a comprendere tutte le altre perché la prima ci fa entrare e gustare il regno di Dio.

E la ricompensa è contenuta in ciascuna di esse. Nel momento in cui io sono puro di cuore, perché lascio allo Spirito di Dio di purificarmi, allora vedo Dio dappertutto. Questo è il senso attuale della ricompensa. E l’ultima delle beatitudini che può sembrare la più ostica, o la più impossibile da vivere, quella legata alla sofferenza, alle difficoltà, alle persecuzioni dovute alla coerenza cristiana… quando si raggiunge questa beatitudine che è l’apice di tutte, allora possiamo capire cosa significhi essere Santi. Allora abbiamo la certezza di percorrere la via della Santità. Oggi voglio fare mia questa Magna Charta del Cristianesimo.

Voglio imparare a memoria questo elenco di felicità per poter cominciare a provare nella mia vita ad essere un santo felice, una persona realizzata, un cristiano autentico, amato come figlio da Dio e amante della vita e dei miei fratelli.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade