Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 7 Novembre 2020

53

Cos’è che gli uomini esaltano e che Dio invece aborrisce? Il denaro. Davanti al denaro gli uomini si prostrato, fanno enormi sacrifici, pur di ottenere il denaro. Il denaro è diventato l’idolo, il dio di moltissima parte dell’umanità. Qui Gesù ci dice che siamo tutti in errore, che la vera ricchezza è l’amore di Dio per noi e l’amore che noi possiamo avere per Dio e per gli altri.

Questa è la vera ricchezza: chi ama Dio diventa ricco e con quella stessa ricchezza paga l’amore verso gli altri. L’amore con amor si paga! Quando amiamo riceviamo quasi sempre amore… è quello stesso amore che viene da Dio e che non mancherà mai. La ricchezza di questa terra può mancare da un momento all’altro e quando ci identifichiamo con ciò che possediamo, con i nostri soldi, con il nostro ruolo potente…allora ci spersonalizziamo, non siamo più nessuno.

Noi invece siamo figli di Dio, figli di questa ricchezza e questo è il nostro vanto. Come è umiliante vedere ancora oggi cristiani che vanno dietro alla ricchezza economica, istituzioni della Chiesa che si sporcano le mani nel denaro! C’è bisogno di molta conversione. Perché non si può servire due padroni, come dice Gesù. E il denaro è un padrone esigente, subdolo, sporco, cattivo:ti spinse a fare ciò che non vorresti fare… Ti schiavizza. Dio invece ti rende libero con il suo amore e felice.

Oggi questa pagina ci invita a riflettere su chi è il nostro padrone: l’economia, il dio denaro o il Dio dell’Amore. In base alla risposta  posso ritrovare il mio essere cristiano  e la mia umanità. Oppure scoprire la vera ricchezza della vita. Quando lasceremo questa vita non porteremo niente con noi, l’unica ricchezza sarà l’amore donato e ricevuto.

Con quella ricchezza ci presenteremo davanti all’Amore vero, riceveremo il centuplo e saremo ricchi per l’eternità. L’amore ci renderà ricchi e quella ricchezza rimarrà in eterno. I santi hanno speso tutta la loro vita cercando la vera ricchezza in Dio e l’hanno trovata.

Per questo restano immortali e il loro esempio diventa un farò per chi come loro cercano nel buio di questo mondo la vera ricchezza, cioè l’amore. Seguiamo il loro esempio. Sono pochi i santi rispetto ai miliardi di persone che solcano la terra …

Ma ne vale la pena.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentedon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 7 Novembre 2020
Articolo successivod. Giampaolo Centofanti – Commento al Vangelo del 8 Novembre 2020