Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 6 Marzo 2021

176

Pagina conosciutissima oggi che la liturgia ci presenta. Leggendo in profondità questa pagina emerge la mentalità di Dio e la mentalità dell’uomo. La mentalità dell’uomo è quella commerciale, economica verso il nostro Dio, quella dei diritti e poco dei doveri, quella del calcolo e dell’ interesse.

La nostra non è una mentalità gratuita come quella di Dio: Dio pensa e agisce sempre gratis per puro amore, perché l’amore vero è gratuito. Il nostro amore è deficitario, è baciato, è impuro proprio perché non è capace di gratuità. Noi possiamo solo imparare alla scuola del maestro che è Gesù che ci ha rivelato l’ amore gratuito di Dio perché da soli non ne siamo capaci, feriti nel nostro “peccato di origine” che è proprio quello di non saper amare alla maniera di Dio.

E quando sciupiamo la nostra vita come nel caso del figlio minore, lontani da questa logica di amore gratuito, arriverà sempre un momento in cui abbiamo bisogno di Dio, in cui ci troviamo sterili, infecondi, seduti per terra con un falso amore che ci ha svuotati di noi stessi. Allora abbiamo bisogno dell’amore vero, e molto spesso Lo mendichiamo anche dagli altri. Dio aspetta la nostra profonda conversione, nella sua grande libertà ci lascia liberi.

Può arrivare il momento della conversione quando cominciamo a riconoscere il vero volto di Dio che è l’amore gratuito in noi. Solo allora arriva la conversione ma può anche non arrivare mai come nel caso del fratello maggiore perché è troppo forte dentro di noi l’immagine distorta che abbiamo di Dio e rimaniamo impantanati nella nostra mediocrità umana e spirituale. Una pagina che ci fa riflettere sui nostri ritorni a Dio, il ritorno cioè all’amore vero, puro, disinteressato verso Dio e verso i nostri fratelli.

Il tempo di Quaresima è il tempo propizio per questo ritorno: non rischiamo di rimanere fuori dalla festa così come ha fatto il fratello maggiore. Sarebbe la nostra rovina e infelicità eterna. Sr Palmarita Guida 


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 6 Marzo 2021
Articolo successivodon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 6 Marzo 2021