Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 5 Maggio 2020

207

Bisogna far parte delle pecore per poter ascoltare la voce di Gesù e vivere nella verità della fede. Cè qualcuno che non vuole che facciamo parte di questo gregge, che fa di tutto per strapparci dalle mani di Gesù: l’avversario di Dio, il nostro avversario, il Maligno.

Noi siamo stati donati a Gesù ed Egli  ci tiene nelle sue mani di Pastore, di guida sicura che conosce le pecore una per una, che le accarezza, le pulisce, le nutre, le cura. Soltanto rimanendo fedeli alla Parola ascoltata ogni giorno possiamo bloccare l’azione del maligno che fa di tutto per strapparci da quelle mani. Rimanere nelle mani del Signore significa rimanere nel suo amore, che consola, riscalda, ci avvolge, ci protegge.

Credere non è una ideologia, una fantasia: credere è vivere di questo amore, credere è accogliere il dono della vita di Gesù quel dono che ci consentirà di vivere per sempre insieme a lui quel dono che ci consentirà di non perderci mai nelle strade di questa vita. Oggi chiedo al Signore di aiutarmi a rimanere nelle sue mani.

Rimanere ancorato alla sua voce come ogni pecora fa con il suo Pastore e lo segue ovunque. Sono nelle mani del Padre e nessuno mi può strappare da Lui. Pensiero stupendo!


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade