Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 31 Dicembre 2021

85

Lo splendido Prologo del vangelo di Giovanni ci fa chiudere l’anno in Bellezza. Dio si è fatto carne per uscire dal suo intimismo d’amore e donarsi alla sua creatura. Noi l’abbiamo visto in Gesù con gli occhi della fede.

Anche quest’anno ancora una volta difficile per tutti e che non si chiude in bellezza con l’aumento dei contagi, è stato un KAIROS cioè un tempo di salvezza, una opportunità che Dio ci ha dato per creare qualcosa di nuovo in noi. Parola, Vita, Luce. Di questo ci parla il Prologo oggi. Quel Bambino che contempliamo è la Parola che è Vita e Luce. E la Vita come la Luce non si arresta mai…

Neanche nel buio della notte, anzi risplende proprio nel buio. Sapere che in questo 2021 Dio è stato con noi… LUI L’ETERNO, ci riempie di pace. Anche nel dolore…nello sconforto, nelle delusioni, DIO È stato PRESENTE. La domanda a fine anno solare, è se io lo ho accolto. Così come si è presentato questo mio Dio. L’Amante.

Se l’ho accolto mi sono sentito certamente più figlio. È cresciuta in me l’appartenenza a Lui. E il test di appartenenza è la sua Pace nel cuore, qualsiasi cosa sia accaduta in quest’anno. Oggi ringrazio Dio per questo anno trascorso, e lo faccio alla luce di questa Parola, lasciandomi invadere il cuore e l’anima dalla Luce della Vita attraverso la quale sono stato amato anche quest’anno.

Dono che porto nella mia carne come debito d’amore infinito.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentedon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 31 Dicembre 2021
Articolo successivoGesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 31 Dicembre 2021