Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 31 Agosto 2021

107

Quest’uomo posseduto dal demonio chissà quante volte è stato lì in Sinagoga di giorno di sabato ad ascoltare la  Scrittura commentata da uno dei rabbini di turno, ma solo questa volta alla presenza di Gesù e con il modo di parlare di Gesù egli viene stanato dal suo male. Il maligno lo lascia: è questo che sconvolge coloro che stavano ascoltando l’insegnamento Gesù all’interno della sinagoga. Luca ci presenta  l’inizio dell’attività pubblica di Gesù dove già il maligno, l’avversario di Gesù, gli si oppone.

Ma viene subito vinto da Gesù, vittoria che sarà definitiva sulla croce. Che cos’ha di diverso la parola di Gesù tanto da liberare e guarire?  Contiene la potenza di Dio! Allora chi è abitato veramente dallo Spirito di Gesù attraverso la potenza di Dio può essere liberato dal proprio male ma  anche liberare altri dal maligno.

Quando in un ambiente arriva una persona posseduta dallo spirito di Gesù allora lì arriva la Luce:   i comportamenti cattivi, maliziosi, tendenziosi, emergono dal loro buio perché è la presenza di Cristo che libera. Allora riusciamo a capire che anche all’interno della Chiesa quando il male non viene debellato vuol dire che che non ci sono persone abitate profondamente da Cristo e dalla sua potenza, vuol dire che viviamo un cristianesimo all’acqua di rosa, di facciata, un perbenismo religioso molto formale. Quando tutto è fermo… niente si muove, la Parola di Dio scivola come su un impermeabile….non tocca nel profondo e non opera alcuna liberazione o guarigione.

Parlare con autorità significa toccare il cuore di che ascolta e produrre in questo cuore il desiderio della santità e della propria liberazione e guarigione. Quest’uomo nella Sinagoga liberato da Gesù a sua insaputa, senza che glielo avesse  chiesto, ci fa capire come il maligno non sopporta la presenza e la Parola di Gesù soprattutto quando questa parola diventa concreta, operativa, autorevole.  Quest’uomo sbotta in un “Basta!!!”… cioè non ne può più di quella di quella luce…vittoriosa sulle sue tenebre.

Oggi questa pagina ci invita a pensare a quanto bisogno abbiamo personalmente di liberazione e di guarigione da tutto ciò che il maligno produce nel nostro cuore e offrire questo bisogno a Gesù eucarestia vivo e presente in mezzo a noi, a prendere la decisione di lasciarci liberare dalla sua Parola autorevole. Ma questa pagina ci fa capire anche quanto è importante lasciarci possedere dallo spirito di Cristo per essere a nostra volta liberatori di altri. Chi si lascia liberare da Gesù risplende della sua Luce, non si spegne mai.

Quanto bisogno ha la nostra Chiesa di essere “purificata” e liberata da tutto ciò che non viene da Dio e non risplende della sua Luce! Ogni battezzato  ha questo potere. È una battaglia…Ma l’abbiamo già vinta in Gesù. Bisogna crederci e metterci all’opera.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentedon Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 31 Agosto 2021
Articolo successivoTomás Trigo – Commento al Vangelo del 31 Agosto 2021