Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 31 Agosto 2020

88

Questa pagina di Vangelo ci riporta un fatto di cronaca della vita di Gesù, in effetti Gesù non ha fatto mai alcun miracolo nella sua Nazareth dove ha vissuto per circa 30 anni e poi l’ha lasciata per percorrere le strade della Palestina sino ad arrivare a morire a Gerusalemme. I suoi compaesani erano meravigliati di questo giovane che avevano visto crescere… meravigliati di ciò che compiva di ciò che diceva.

Ma tutto  era sempre fuori dal loro villaggio, Nazareth, per questo ce l’avevano un po’ con Gesù: erano scettici nei suoi riguardi. Ma è un vero profeta? Gesù risponde dicendo che loro non credono che gli sia l’unto di Dio, l’inviato di Dio… per questo non compie alcun segno, alcun prodigio nella sua città. L’incredulità verso l’azione di Dio nella nostra vita chiude le porte all’ azione di Dio.

Dio ha bisogno della nostra fede per poter agire e operare. Altro insegnamento di questa pagina potrebbe essere qualcosa che oggi ci tocca molto da vicino: la facilità con cui le persone, ma anche le folle la collettività, cambiano parere, opinione, da un momento all’altro rispetto anche a dei leader carismatici o politici. La gente ti esalta e ti abbassa in un batter d’occhio. La parola di Dio ci invita oggi rientrare nel nostro cuore per “pesare” la nostra fede nella persona viva di Gesù Risorto che non è solo un profeta ma è il nostro Redentore, e di misurarci con la nostra volubilità con le nostre idee incerte, con i nostri pensieri fumosi… che non hanno stabilità con il nostro fluttuare di sentimenti, di emozioni che non costruiscono mai una salda umanità.

Essere fedeli a Dio significa abbandonarsi alla sua azione, credere nella sua presenza, ma  essere anche saldi e  fermi nei nostri propositi, nei nostri pensieri, nelle nostre decisioni e nelle nostre azioni. Non possiamo essere banderole che cambiano opinione su Dio ogni qual volta che questo Dio non corrisponde alle nostre aspettative. È una pseudo religiosità. Comportamento infantile. L’invito di questa pagina è quello di crescere nella fede e renderla matura, stabile. Come l’amore di Dio per noi.

In definitiva i nazaretani non danno alcuna importanza al loro illustre compaesano… E Gesù ricambia la moneta. Li lascia e prosegue la sua strada. Non tornerà più a Nazareth. L’incredulita’ lega le mani a Dio. Sr palmarita guida 


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade