Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 3 Novembre 2021

84

Quattro sono gli atteggiamenti di fondo per essere discepolo di Gesù che questa pericope evangelica ci mostra. Ce ne sono altre sparse nel vangelo di Luca, ma oggi fermiamoci su queste quattro. La prima è l’amore totalizzante per Gesù. Un amore che non esclude gli altri ma li include in una dimensione di eternità perché ne è la fonte assoluta.

Il secondo atteggiamento è quello della sapienza, buon senso, riflessione, discernimento. Di chi non si guarda mai indietro ma va sempre avanti nonostante le difficoltà. Di chi persevera sempre. Il terzo atteggiamento è quello della prudenza e della predisposizione alla pace. Essere operatori di pace ovunque, rinunciando ad ogni astio, rancore o guerra con altri.

Il quarto infine è quello della sobrietà, della semplicità, della rinuncia al superfluo, di chi ha compreso che la sua vera ricchezza è Gesù. Tutti e quattro questi atteggiamenti nascono dall’aver centrato la propria vita in Gesù dal quale ci si sente amati, dal tenere sempre gli occhi fissi su di lui, dal non farsi distogliere dallo spirito di mondanità che invece spingerebbe a fare il contrario.  Una sequela esigente che Gesù chiede ieri come oggi. Ma la posta in gioco è alta e ne vale la pena. Vivere così ci rende “figli nel Figlio”, umani, divini.

Quanto mi riconosco in questa “istantanea” del discepolo che Gesù mi offre oggi? Quale atteggiamento potenziare, purificare, curare? Quale mi manca?


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 3 Novembre 2021
Articolo successivoD. Miguel Àngel Torres-Dulce – Commento al Vangelo del 3 Novembre 2021