Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 27 Ottobre 2020

126

Come si fa a descrivere il Regno di Dio? Gesù ci ha provato diverse volte… In questa pagina evangelica ci lo fa attraverso due similitudini prese dalla vita quotidiana. Un seme e un pizzico di lievito. Cosa hanno in comune questi due simboli?

La piccolezza è il nascondimento tutte e due sono piccolissimi, quasi invisibili, e per essere efficaci hanno bisogno di essere nascosti in qualcosa: la terra nella prima fattispecie e la farina nella seconda. Senza queste due condizioni, non servono a nulla. Così è del Regno dei Cieli, cioè della presenza di Dio in terra. Non è qualcosa di grande, visibile… E per essere efficace deve essere sepolto in qualcosa. Già queste due indicazioni ci fanno capire quando siamo di fronte al contrario.

Dio è presente nell’ordinario della nostra vita e nelle cose appena percettibili, piccole, semplici… Ma per essere efficace questa Presenza deve essere sepolta nel nostro cuore. Lì trova il suo humus o le condizioni per essere efficace. È una Presenza discreta, sussurrata, che non fa rumore… Si nutre di sguardi, silenzi, ascolto… Quando siamo in presenza di “notorietà” del regno dei cieli, stiamo su strade sbagliate. Così quando il regno viene sepolto negli interessi, affari, soldi… Lì muore.

Allora il modo di agire di un cristiano che porta nel suo cuore il Regno, cioè la Presenza di Dio, è quello efficace dell’umiltà, del sapersi creatura amata dal Creatore, di colui che si pone in ascolto della Voce che scalda il cuore e indica cammini di pace e di amore. Seme e lievito si trasformano in vita per tutti. È questo il senso del cristianesimo. Ricevere e dare vita nelle piccole e insignificanti cose di ogni giorno. Umilmente, senza pretese, camminando mano nella mano con Dio. Utopia?

Se ce lo dice Gesù…è realtà. Bisogna crederci e accogliere la sua Presenza di vita in noi. Senza “se” e senza “ma”. Perché solo allora noi ci trasformeremo in seme e lievito per gli altri, per il mondo intero. Mi sento un seme di vita lì dove sono? La mia persona è fermento di vita nuova per chi mi circonda? Chiunque mi avvicina… Se ne va con una sferzata di vita nuova dentro?


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade