Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 27 Maggio 2020

170

Termina la preghiera sacerdotale di Gesù eil verbo dominante di questa preghiera è custodire. Gesù chiede al Padre di custodire i suoi figli, coloro che sono stati dati a Gesù come suo dono. Chiede di custodirli ora che egli ritornerà da dove è venuto e di questo custodirli da due cose soprattutto: dallo spirito di divisione e dallo spirito del mondo che cerca di farli suoi questi figli. La custodia che Gesù chiede al Padre è unita ad ad un’altra richiesta:quella di consacrarli nel suo amore di consacrali nella verità.

La Consacrazione è un Sigillo, una donazione totale che rende sacro il progetto di Dio su ciascuno di noi. Ognuno di noi riceve ogni giorno questa preghiera di Gesù al Padre: di essere uniti tra noi, perché la divisione viene sempre dal maligno. Quando ci sottraiamo a questa custodia iniziano le nostre divisioni.. l’altra preghiera che Gesù fa per noi è di custodirci dallo spirito della mondanità che contrario allo spirito del Vangelo.

La terza preghiera che Gesù fa per noia ogni giorno al Padre è quella di consacraci nella verità cioè di renderci cristiani autentici, veri, solo così possiamo rimanere uniti tra noi, solo così lo spirito del mondo non avrà mai diritto di cittadinanza fra noi. Ringraziamo ogni giorno il Signore di questa preghiera: Lui è il pontefice, Il ponte tra noi e Dio. Non solo ringraziamolo ma facciamo di tutto perché questa sua preghiera non sia vana in noi.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade