Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 27 Aprile 2020

206

La folla a si è messa alla ricerca di Gesù perché il Signore gli aveva scaldato il cuore con la sua Parola. Erano stati lì ad ascoltarlo tutta la giornata, arrivati da ogni parte per poterlo ascoltare! Una ricerca di Gesù che era la manifestazione della loro sete di Dio che Gesù ha iniziato a saziare.

Quella  ricerca di Gesù nasce dall’ascolto della Parola di Dio che riscalda il cuore  e che inizia a saziare la sete di infinito e di amore che ci portiamo dentro. Ma bisogna anche stare attenti ad una ricerca di Gesù utilitaristica: un Gesù che mi risolve i problemi, un Gesù che mi rende sereno… un Gesù che mi capisce mentre gli altri non mi capiscono… un Gesù che mi mette la coscienza a posto.

La domanda che il testo oggi fa a ciascuno di noi è :perché tu ricerchi Gesù? che cosa ti spinge a ricercare Gesu? Potremmo rispondere sinceramente che ricerco Gesù perché lo amo? È l’amore che spinge alla ricerca come la sposa del Cantico dei Cantici alla ricerca del suo sposo. Per amore  ricerco Gesu non perché mi è utile o necessario. Ma perché lo amo e amare significa credere e credere in definitiva significa obbedire alla sua Parola… quella Parola che mi hai incendiato il cuore.

Obbedire alla Parola è obbedire a Gesù su quale è stato posto Il Sigillo di Dio. Gesù cioè è la vera manifestazione di Dio, Gesù autentica la paternità di Dio.  Ricercare Gesù nella mia quotidianità significa ricercare sempre la paternità di Dio, il suo amore misericordioso e rispondere a tanto amore. Tutto il resto mi sarà dato in abbondanza.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade