Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 25 Maggio 2022

94

- Pubblicità -

Ancora un altro attributo dello Spirito: è veritiero. Perché è lo Spirito di Dio che passa nel Figlio e si comunica a noi. Dio è verità e il suo Spirito non può essere che verità. E cosa fa questo Spirito? Egli guida chi si affida a lui. Lo conduce verso la sua meta, gli apre orizzonti nuovi, strade nuove.

Gli fa capire il suo progetto di vita. In questo modo lo Spirito manifesta Gesù, lo rende presente nella nostra vita. Cioè lo glorifica. Il Padre e il Figlio sono una cosa sola con lo Spirito che è il frutto del loro amore. Chi si lascia guidare dallo Spirito diventa una cosa sola con Dio.

Quando non riusciamo a capire cosa ci sta accadendo nella vita, invochiamo lo Spirito che ci illumina sulla nostra verità. Come ai discepoli di Gesù, anche a noi Egli manda il suo Spirito per farci uscire dalle nostre menzogne.

Oggi mi chiedo quanto mi lascio guidare dallo Spirito. Quanto resisto a questa guida… Quanto oppongo resistenza. Così rallento il mio cammino verso la santità.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 25 Maggio 2022
Articolo successivola Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 25 Maggio 2022