Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 25 Maggio 2020

199

I discepoli pensano di aver capito capito qualcosa o quasi tutto di Gesù ma si stanno sbagliando e Gesù li smentisce perché è proprio in quel momento che loro lasceranno solo Gesù, si disperderanno: il gregge si disperderà e lascerà solo il suo Pastore. L’ora della morte di Gesù sulla croce è questa. Ma Gesù dice che non sarà solo, il Padre rimarrà con lui, tutti lo abbandoneranno, i suoi fratelli quelli per i quali Egli sta dando la vita, solo il Padre sarà con lui perché Gesù è il padre sono una cosa sola.

Anche a noi può capitare di pensare di conoscere ormai tutto di Gesù, che la nostra fede sia consolidata, che ormai siamo arrivati alla nostra maturità cristiana… ebbene è proprio magari quando pensiamo così che ci stiamo sbagliando perché arriverà la prova che ci metterà in discussione tutto. E Gesù che ci avverte: non essere mai certi sicuri della nostra fede perché così la chiudiamo in un contenitore.

La Fede invece è opera dello Spirito Santo in noi e ha bisogno continuamente di essere approfondita, di camminare in avanti, di essere motivata, di essere nuova continuamente, di sperimentarsi in tutto ciò che accade nella vita. Non si può mai dire di essere arrivati nella fede anche perché il mistero di Cristo è immenso da scoprire. E proprio quando inizia la tribolazione che viene provata la Fede e Gesù qui rincuora i discepoli: anche voi avrete tribolazione per testimoniare la mia presenza, il mio amore, ma vi lascio la mia pace perché io non sarò con voi ma ho già vinto il mondo.

Ed è la nostra fede che vincerà il mondo. Oggi voglio riflettere su che cosa io penso della mia fede, sul bilancio che ho fatto sulla mia vita di cristiano, se mi sento arrivato, a posto, sono invece fuori posto. Questo Vangelo mi invita a non dare mai niente per scontato nella mia fede, a cercare nelle difficoltà della testimonianza proprio il motivo per rinfrescare la mia fede, rivedere la mia fede alla luce e dello Spirito Santo. Egli invita a rimanere nella pace in qualsiasi difficoltà ed è con quella pace che anche noi vinceremo il mondo.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade