Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 25 Gennaio 2021

42

Nella festa della Conversione di San Paolo che la chiesa oggi ci offre non c’è pagina del Vangelo migliore da applicare a questo grande Apostolo di Gesù che pur non avendo conosciuto Gesù fisicamente lo ha conosciuto nel suo spirito di risorto.

Paolo ha raggiunto il mondo allora conosciuto predicando a tutti la buona novella di Gesù, il figlio di Dio morto e risorto per amore, di un Dio buono, di un Dio amante di ogni uomo, di un Dio che ci vuole felici accanto a lui per sempre. Paolo ha attraversato tutto l’impero romano per annunciare Gesù a chi non lo conosceva. Il Signore lo ha custodito dal male in ogni momento.

Paolo ha compiuto prodigi, miracoli… a Malta aveva preso in mano un serpente e ne è rimasto illeso, proprio come questa parola di Gesù oggi dice. Bene, come Paolo possiamo essere ognuno di noi. Anche se siamo chiusi nella nostra città, nel nostro villaggio, se non c’è è data la possibilità di viaggiare per portare l’annuncio del regno di Dio si può essere missionari là dove si è. Il Signore oggi ti invita nella tua famiglia, nel tuo lavoro, nella tua associazione, nella tua parrocchia… ad essere  Apostolo ardente come Paolo che ha vissuto solo per Gesù da quando è stato folgorato sulla via di Damasco dalla sua voce.

Ecco il programma di vita di ogni cristiano fervente: dare la vita per Gesù e vivere con Gesù, in lui. Basta lasciarsi convertire come Paolo dalla voce di Gesù che entra nel nostro cuore attraverso la sua Parola, luce sfolgorante. Chi crede nella nell’amore inizia a vivere diversamente. Parla il linguaggio dell’amore non solo con la bocca ma anche con gli occhi, mani, i piedi. Sottomette il male dentro di sé e intorno a sé. Libera e guarisce gli altri con la sua testimonianza perché liberato e guarito da Gesù.

Che Paolo oggi ci ottenga la grazia di una vera conversione, come la sua.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade