Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 25 Aprile 2020

393

La fede nel Signore risorto non è una ideologia, non è una favola, non è un rapporto intimistico con lui ma la fede è di per sé diffusiva perché la fede testimonia di una relazione, di un rapporto di amore che cambia la nostra vita.

Se la Fede non ci ha cambiato la vita ci dobbiamo interrogare su che tipo di Fede abbiamo o su che cosa intendiamo per Fede.

E questa Fede si manifesta attraverso segni, azioni concrete, sono quei segni e quelle azioni che derivano dall’amore che ci fanno parlare ll linguaggio  dell’amore nuovo, che ci consentano di guarire e liberare altri perché noi siamo stati guariti e liberati dall’amore, che ci consente di superare tutte le difficoltà, di non essere schiacciati dal male, e  in tutto questo il Signore agisce: è lui fedele alla promessa che sarà con noi ogni giorno fino alla fine del mondo, ed è lui che conferma la nostra fede con i segni  che provengono dalla sua potenza in noi.

Per questo non siamo soli nella testimonianza della nostra fede, è lui che ci dà la grazia e il potere di testimoniarlo. Se siamo uniti a lui, se Egli rimane in noi come potenza e Sapienza di Dio, allora la nistra fede non è vana.

Oggi voglio interrogarmi sulla mia fede, sull’obbedienza a questo mandato che Signore mi ha dato: vai e annuncia a tutti  l’amore che Dio ha avuto per te… Vai e annuncia a tutti che già fin d’ora si può essere felici se scopriamo l’amore del Cristo per noi… vai e annuncia a tutti che uniti al Signore Gesù non moriremo mai. Oggi verifico dentro di me questi mandato di Gesù. Sono “andato” nel mio mondo ad annunciarlo o sono rimasto a casa?


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade