Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 24 Aprile 2020

225

L’amore di Dio è eccedente. È questa è la sua caratteristica: un amore che va al di là delle nostre aspettative, un amore  “sprecato”, un amore che non riusciremo mai a capire fino in fondo, ma è l’unico amore che sazia la nostra fame di infinito che Dio ha messo nel nostro cuore.

Questo amore di Dio riversato su di noi ha bisogno di canali, di strumenti, di mediazioni per arrivare a noi. E la prima mediazione siamo proprio noi: ognuno di noi è un canale attraverso il quale passa l’amore di Dio per il mondo. Più allarghiamo questo canale, la nostra capacità, più il Signore può elargire questo amore.

Noi siamo quei cinque Pani. Poca cosa, attraverso cui Gesù sfama migliaia di persone. Tu sei poca cosa, ma nelle mani di Dio e attraverso di lui puoi sfamare di amore tutte le persone che incroci nella tua vita, e non ti preoccupare dell’amore donato anche in eccesso: perché nulla è sprecato agli occhi di Dio!

Non rimpiangere mai il bene che hai fatto anche quando hai ricevuto ingratitudine: nulla è sprecato agli occhi di Dio! quell’amore lo ritroverai un giorno quando lo vedrai così come egli è e quando ti dirà: vieni Benedetto dal padre mio, vieni prendi posto accanto a me nella gloria. Tutto il nostro spreco di amore lo vedremo lì. Non abbiamo paura di amare e di amare alla maniera di Gesu, facciamoci sua capacità ed egli si farà in noi torrente di amore per il mondo.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade