Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 24 Agosto 2021

53

Oggi festa di s. Bartolomeo o Natanaele. L’israelita senza falsità. Gesù lo conosceva da sempre. Invece Natanaele dubitava di Gesù conoscendo il luogo di provenienza di questi, luogo di dubbia fama.

Ma questo può istaelita segue il consiglio di Filippo e va a vedere Gesù. Fa la sua conoscenza e inaspettatamente si accorge di essere conosciuto da sempre per ciò che è. L’esperienza di Bartolomeo è la nostra ogni volta che andiamo a incontrare Gesù mettendo da parte ogni dubbio. Se ci presentiamo a Lui con autenticità Egli ci farà diventare suoi discepoli.

Nessuno ci conosce come Gesù. L’unica risposta a questo amore è la fiducia in Lui. Passare dal dubbio alla certezza del suo amore infinito per noi. Ogni volta che dubitiamo di questo amore leggiamo le mani a Dio perché Egli opera in base alla fiducia che abbiamo in Lui. Oggi ci è chiesto di incontrare nel profondo Gesù, come Bartolomeo.

E vedremo cose grandi nella nostra vita. Vedremo la grandezza di Dio in noi e fuori di noi. Perché ci sentiremo amati per quello che siamo. Ma io sono autentico con Dio?


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentedon Francesco Pedrazzi – Commento al Vangelo del 24 Agosto 2021
Articolo successivoGesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 24 Agosto 2021