Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 22 Giugno 2022

48

- Pubblicità -

Non ci sono Parole più vera di questa! Cioè più concreta e verificabile. Gesù sa bene che si predica bene e si razzola male. È l’atavico vizio umano. Si tratta della famosa ipocrisia. Ne siamo tutti affetti.

Gesù ci invita invece a somigliare al Padre che è Verità e che opera ciò che dice. Oggi più che mai non esiste più l’onore della parola data… Veniamo meno ad ogni impegno con grande superficialità. Gesù ci mette in guardia dai falsi profeti, che sono quelli che dicono ma non fanno e da chi produce frutti di male. Il loro cuore è impuro, maligno.

Ma prima di guardare gli altri Gesù ci invita a fare il nostro esame di coscienza. Sono io un ipocrita? Uno che non mantiene la parola  data? Come sono le mie azioni? Rispondono al bene, alla verità, all’amore ? Un semplice test per vagliare la nostra falsità. Perché con Dio non si bara.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

 

Articolo precedenteVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 22 Giugno 2022
Articolo successivodon Antonello Iapicca – Commento al Vangelo del 22 Giugno 2022