Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 22 Febbraio 2021

57

Oggi festa del primato di Pietro. Sotto l’azione dello Spirito santo Pietro riconosce in Gesù il Figlio del Dio vivente. E in cambio riceve da Gesù la rivelazione della sua identità. Pietro avrà il potere,nonostante il suo rinnegamento  dopo la sua conversione, di guidare i credenti in Cristo verso il Regno dei cieli. Potere contro le forze del male che non vinceranno  su di lui e sulla chiesa.

Ognuno di noi è Pietro. Persone fragili, peccatori convertiti, che se riconoscono il Cristo nella loro vita come il loro Signore, ricevono da Lui la loro vera identità e missione. Cioè Gesù ti rivela chi sei e cosa sei chiamato a fare nel mondo. E tutto avviene sotto l’azione dello Spirito. Quando non riconosciamo Gesù per ciò che è…

Difficilmente conosceremo noi stessi e il nostro progetto di vita. La confessione di fede in Gesù ce lo rende intimo, e permette a Gesù di confessare a sua volta la sua fiducia in noi, di darci credito, di contare su di noi. Ci sente suoi e non può fare a meno di affidarci il mondo per renderlo più umano e più santo. Oggi prego il Signore perché mi faccia sempre più entrare nel suo Mistero, per conoscere meglio la mia identità di figlio e viverla in pienezza.

Prego per il Papa, mio fratello nella fede perché mi aiuti ad entrare nel Regno fin da ora.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentedon Antonello Iapicca – Commento al Vangelo del 22 Febbraio 2021
Articolo successivoGiuliva Di Berardino – Commento al Vangelo di lunedì 22 Febbraio 2021