Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 22 Dicembre 2020

71

Maria canta! È la gioia che la fa cantare… la gioia di sapersi visitata da Dio in maniera unica, tra tante donne del mondo, in maniera originale: una visita di Dio che l’ha riempita di Dio stesso. Maria gioisce perché si sente ripiena di Dio nella sua piccolezza. Questo è il motivo della sua gioia di fronte alla grandezza di Dio si riconosce piccola e  povera.

La gioia nasce sempre dalla consapevolezza della nostra povertà, della nostra fragilità di creature. Dio entra e compie meraviglie. Dio entra con la sua presenza, con la sua Grazia, con ciò che egli è…e si dona tutto a noi e il miracolo è che il tutto di Dio riesce a essere contenuto nella nostra piccolezza, lui che è l’infinito, l’incommensurabile, prende posto nella nostra piccola dimora.

Il Magnificat è il canto che rivoluziona la storia perché riconosce nella venuta di Dio in un bambino che le sorti del mondo sono state capovolto.

Beati coloro che accolgono questa novità di Dio perché faranno propri il canto rivoluzionario di gioia di Maria, il canto che afferma che le promesse di Dio si compiono sempre. Oggi attendiamo il Signore cantando nel nostro cuore ma anche con le labbra il nostro amore, la nostra gratitudine al Signore… il nostro Magnificat per le meraviglie che compie nella nostra vita con la sua presenza, per il dono totale che fa di se stesso alla nostra povertà, per essere stato fedele alla promessa di felicità, di bene che ci manifesta ogni giorno.

Il Magnificat è il canto di chi ama il Signore con tutto se stesso e si schiera sempre dalla sua parte, il canto di chi è vittorioso nell’amore su ogni ombra di morte. È il canto dei poveri che si sentono ricchi per avere accolto Dio, custodito nel cuore, per avere dato a Dio la possibilità di abitare nella loro carne ed essere testimoni soprattutto per i poveri, per i lontani, per i senza Dio, di questa presenza luminosa.

Canto oggi il mio magnificat in unione a Maria, mia madre e racconto a chi incontro oggi ciò che Dio ha fatto per me.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade