Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2022

100

- Pubblicità -

Chi fa dimorare Gesù nel proprio cuore ha in cambio la gioia, quella vera, quella di Dio. Non la gioia che dà il mondo con l’incantesimo del “divertimento” a tutti i costi, ma la gioia che non muore mai, quella fatta di pace, entusiasmo, certezza di sentirsi amati da sempre e per sempre.

Ma solo chi ama Dio lo fa abitare nel cuore. È un rapporto d’amore, non di sudditanza. È l’amore che ci fa rimanere uniti a Dio. Gesù è unito al Padre perché lo ama ed è riamato. Lo stesso rapporto Gesù lo cerca con noi. Quando ci si sente amati da qualcuno si è sempre pieni di gioia. È la mancanza di amore che ci rende tristi.

Oggi rifletto sul potere della gioia nella mia vita, quella che viene da Dio, dal sentirmi amato da lui da sempre e per sempre, così come sono. Ho mai gustato questa gioia? O mi accontento di quella effimera che dà il mondo?


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentedon Antonello Iapicca – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2022
Articolo successivola Parola in centoparole – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2022