Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2021

87

Continua la preghiera sacerdotale di Gesù rivolta al Padre. Gesù chiede di custodire i suoi dal maligno, di tirarli fuori dallo spirito di mondanità e quindi di consacrarli nella sua verità, la sua verità è l’amore. Gesù ci tiene a non perdere nessuno di coloro che Dio gli ha dato anzi, la sua ansia è che diventino uno con lui.

Questa preghiera che Gesù ha fatto per i suoi discepoli è la preghiera continua che fa su ciascuno di noi, sul ciascun battezzato. Forse non pensiamo mai che Gesù prega per noi in questo modo… che Gesù prega il Padre perché non cadiamo nei tentacoli delle logiche del mondo, prega perché possiamo essere centrati sulla verità di noi stessi, scoprire la verità di Dio che è l’amore, prega perché possiamo vivere nella verità.

Gesù prega perché ognuno di noi possa entrare sempre più in comunione d’amore con lui: è una preghiera di grande tenerezza, è una preghiera che dice tutta la preoccupazione che si nasconde nel cuore di Gesù perché nessuno di noi vada perduto. Entriamo in questa preghiera e lasciamoci avvolgere dalla sua tenerezza, sentiremo quanta fiducia, quanta speranza, quanta sicurezza nascerà nel nostro cuore sapendoci  amati così da Gesù, sapendo che abbiamo al nostro fianco un alleato straordinario per la nostra salvezza e felicità. Gesù chiede al Padre di custodirci nel suo amore.

Oggi voglio riflettere su questa parola: “custodia”. Io sono custodito dall’amore di Dio! Pensiero di grande pace, pensiero di grande speranza!!!


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentedon Umberto Guerriero – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2021
Articolo successivodon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2021