Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 18 Giugno 2022

59

- Pubblicità -

Perche’ si accumula ricchezza? Il brano di ieri del vangelo ci ha detto di non attaccarci alle ricchezze, ai beni materiali che dovremo lasciare, perché l’unica ricchezza del cristiano è Dio.

Oggi il brano evangelico continua il discorso di Gesù il quale va alle radici di questo comportamento. Ci si affanna per ottenere delle cose per la preoccupazione del domani, per un senso di insicurezza, per la paura di non farcela e di dipendere dagli altri.
Gesù oggi ti dice: consegna a me ogni tua preoccupazione per il futuro perché io ho cura di te sempre. 

È il concetto di Provvidenza che ci sfugge quando vogliamo seguire Dio e il denaro. Dio è un padre provvidente. Quando ci si affida a Lui non si è mai poveri. In questo brano, vedete quante volte Gesù dice :non preoccupatevi!!! È li il problema. Voglio darmi sicurezza da solo attraverso l’accumulo di beni o di denaro, come se ciò risolvesse tutti i problemi. E Gesù qui dice che i pagani, cioè chi non conosce Dio si preoccupa della propria vita e sussistenza. Quindi quando non ci fidiamo della Provvidenza di Dio è perché non conosciamo Dio.

Oggi mi chiedo che cosa mi preoccupa nella mia vita e se questa preoccupazione riesco a consegnarla a Gesù. Quanto sperimento la sua provvidenza? Di chi sono io la provvidenza di Dio?


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

 

Articolo precedentePreghiera per il X Incontro Mondiale delle Famiglie (Giugno 2022)
Articolo successivoFabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 18 Giugno 2022