Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 18 Febbraio 2021

62

Partendo dalla risposta  alla domanda di Gesù dovremmo concludere che il mondo intero non vale quanto il singolo, la persona che è unica davanti a Dio, che è il capolavoro di Dio. Per questo Gesù invita chi vuole (è un invito che lascia pienamente liberi) con quel famoso “se”, a seguire Lui che è la vita proprio per non perdersi come unicità, come persona, non perdere la propria immagine di Dio stampata nel nostro cuore.

Perché seguire Gesù? Perché Egli è la vita perché in lui possiamo vivere in eterno e per sempre, perché Egli è l’amore, è la fonte della nostra felicità. Tutto quello che dà Gesù, il mondo non lo può dare e ogni volta che decidiamo di seguire Gesù, perché si tratta di una decisione, di seguire la vita avendo una relazione intima con la sua Parola, con l’eucarestia, con i poveri… solo allora riusciremo a capire l’importanza che ciascuno di noi ha agli occhi di Dio.

Non solo, ma solo allora questo mondo nel quale siamo immersi sarà trasfigurato dalla nostra presenza che diventa luce e sale per questa terra lontana da Dio. Allora tutto da guadagnare nel seguire Gesù che  è sinonimo di prendere la croce, cioè ciò che scava dentro il tuo egoismo e il tuo orgoglio, ciò che ti fa diventare il capolavoro di Dio.

La croce da strumento di supplizio, diventa così strumento di guarigione e di liberazione. La Quaresima è proprio  questo entrare nel lavorio di guarigione e di liberazione che lo Spirito santo fa dentro chiunque decida di seguire il Signore, di accoglierlo pienamente nelle sue giornate, di lasciarsi trasformare dal suo amore.

Abbiamo tutto da guadagnare, non il mondo ma noi stessi, la nostra anima, il nostro cuore. In definitiva Dio in noi. Quaresima tempo di decisione:seguire Gesù o seguire il mondo.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade