Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 17 Giugno 2021

40

Oggi la chiesa festeggia due grandi evangelizzatori:Filippo e Giacomo. Filippo chiede a Gesù di fargli conoscere il Padre. Lo vuole. Ne ha desiderio. Ma non sa che il Padre lo sta guardando lì con gli occhi di Gesù. Non lo vede.

Noi sappiamo, al contrario di Filippo, che Gesù è il Padre sono una cosa sola. Gesù è  la nostra via, la nostra vita, la nostra verità, cioè la sostanza del nostro vivere. È la via per conoscere l’amore cioè il Padre, per conoscere la sua verità cioè l’identità del Padre misericordioso, è la vita che nasce dal cuore de Padre come sorgente inesauribile di Bellezza e Bontà.

Ripeto lo sappiamo dal catechismo…. Ma crediamo a questo? È la domanda che Gesù pone a noi oggi insieme a Filippo che desidera vedere Dio. Dio lo si vede in Gesù, e attraverso di Lui lo si vede nell’amore, unica via di santità. Unica verità dell’uomo, unica vita eterna. Fissando gli occhi su Gesù noi possiamo conoscere Dio.

E conoscendolo possiamo amarlo perché l’amore viene dalla conoscenza. Oggi mi chiedo quanto conosco Gesù come mia via, mia vita, mia verità. Quanto lo amo. Quanto mi manca ancora per entrare nel suo mistero d’amore infinito.

Tempo di Pasqua, tempo per conoscere più profondamente il Risorto, impronta della sostanza del Padre.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedenteFabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 17 Giugno 2021
Articolo successivodon Francesco Pedrazzi – Commento al Vangelo del 17 Giugno 2021