Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 16 Dicembre 2020

77

Giovanni il Battista che aveva annunciato, indicato il Messia, alla fine della sua vita è attanagliato dal dubbio: ma è proprio lui il Messia? ho sbagliato tutto nella mia vita? perché questo Messia è diverso da quello che ho atteso, pensato, voluto.

Questo Messia è troppo buono… raccoglie tutti i poveri, i peccatori senza alcuna distinzione… questo Messia non tuona per la conversione….questo Messia non trancia la radice ormai cattiva del popolo di Israele! Gesù gli risponde  con i fatti di Vangelo, con la sua misericordia messa in atto, attraverso gesti e segni di liberazione e guarigione.

Questa pagina oggi può illuminare i nostri dubbi circa l’immagine che abbiamo di Dio. Questi dubbi verranno subito fugati se ci concentreremo sull’amore di Gesù per tutti i poveri del mondo, per i poveri di sempre, nei quali siamo anche noi. Riceveremo in dono la beatitudine, cioè saremo felici se non ci scandalizzaremo di lui, come si è scandalizzato Giovanni il Battista.

Non scandalizzarsi del nostro Dio che è Misericordia. Questa è la vera felicità! Dobbiamo scandalizzarci del nostro non saper amare a distanza di duemila anni di cristianesimo… scandalizzarci della nostra fede mediocre, della nostra fede mondana, della nostra fede superficiale, del nostro poco amore per Dio e per ciascun fratello e sorella…

Che Dio oggi ci conceda la grazia di scandalizzarci di noi e di gioire invece di Gesù, della sua misericordia infinita, di gioire di un Dio, il nostro Dio, che è solo amore.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade