Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 14 Ottobre 2020

134

I guai di cui Gesù qui parla si possono tradurre con un “poveri voi!”, che diventate perfezionisti rispettando tutte le regole, le norme… e poi invece non capite niente dell’amore e della misericordia. Poveri voi perché volete apparire quello che non siete perché volete nascondere il marciume che avete dentro…poveri  voi Dottori della legge, Voi che pensate di conoscere tutto il mondo di Dio  dettando norme, precetti e obblighi alla gente perché pensate che quello sia il modo di rapportarsi con Dio..

Ma voi quelle norme non le toccate neppure! Dite ma non fate. Sono parole molto forti di Gesù che si scaglia ancora contro l’ipocrisia. Gli ipocriti sono stati sempre la categoria che Gesù non ha mai amato, che Gesù ha sempre tenuto a distanza sebbene andasse a mangiare a casa dei farisei ma il suo era uno scopo pedagogico di conversione: poche volte ci è riuscito. Questa Parola oggi è ancora forte per noi. Uno sguardo limpido sulla nostra vita ci aiuta a uscire fuori da questa povertà di spirito che è l’ipocrisia e considerarci sempre migliori degli altri o dire agli altri ciò che devono fare piuttosto che dirlo a noi. Guidare la vita degli altri secondo norme e leggi che si stabiliscono a prescindere dalla verità della vita dell’altro.

La Fratelli tutti ci invita ad amare tutti nella verità, ad ascoltarci e dialogare nella verità ad accogliere chiunque nell’amore. Questo stile ci aiuta a debellare poco alla volta l’ipocrisia che cova nel cuore di ciascuno. La chiesa ha bisogno più che mai oggi di ripulirsi dalla sua ipocrisia a tutti i livelli: dalla Chiesa domestica che  è la famiglia, alla chiesa istituzione. Che questa Parola sia fonte di luce per noi oggi. Chiediamoci: nel mio piccolo spazio di mondo (famiglia, lavoro, amici, impegno sociale, ecclesiale, politico…)quanta ipocrisia c’è?  La pista in gioco è la nostra “salvezza” e la  costruzione di  un mondo migliore, più umano, più ad immagine del Creatore. La fede in Gesù è l’antidoto ad ogni ipocrisia: il Signore ci ha liberati da ogni ipocrisia con la sua venuta, con la sua morte e Resurrezione… restiamo liberi ci direbbe ancora San Paolo oggi.

Chi è libero dentro non è mai ipocrita.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade