Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 14 Giugno 2021

79

Due sono i criteri che Gesù  ci offre oggi in attraverso questa Parola: il primo è quello di resistere alle provocazioni del male su di noi, il secondo quello della generosità.

Le due cose non sono separate, quando resistiamo all’azione del maligno su di noi allora diventiamo veramente generosi nei confronti degli altri, allora sappiamo donarci agli altri perché non abbiamo niente da perdere, perché il nostro egoismo è stato sconfitto. Questa è la vittoria sul male, questo significa resistere al maligno che vorrebbe farci entrare nella sua spirale che non ha mai fine.

Oggi attraverso questa Parola leggo nel mio cuore quanta violenza c’è… magari camuffata da una falsa mitezza, da un falso buonismo, da una falsa umiltà. Quanta rabbia ho dentro di me perché non mi sono potuto vendicare di un male ricevuto… chiedo al Signore di lenire il mio cuore con il balsamo del suo amore e vedo anche quanto sono generoso, disponibile ad aiutare chiunque bussa alla porta della mia vita.

Non violenza e generosità mi riempiono di pace, quella che viene dal cuore di Dio.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedenteRodolfo Valdés – Commento al Vangelo del 14 Giugno 2021
Articolo successivoMt 5, 43-48