Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 14 Dicembre 2020

85

A volte il Signore non risponde alle nostre domande, ai nostri interrogativi, ai nostri dubbi.. ci lascia nel buio perché ci vuole far fare la fatica di ricercare la verità delle cose, di ciò che stiamo vivendo, di noi stessi, impegnandoci personalmente. La Fede è un dono ma è anche una ricerca e questa seconda parte il Signore non ce la risparmia.

Noi pensiamo molto spesso ad una fede magica dove tutto ci viene dato, preordinato… ma la fede è ricerca personale perché l’incontro con il Signore è sempre personale e ognuno ha le sue vie per incontrare il Signore. La ricerca cui ci stimola il signore oggi ci aiuti a capire la nostra ignoranza proprio nella fede, nelle cose di Dio, quali sono le cose che viviamo e che facciamo abitudinariamente senza dare a queste cose alcun significato perché magari ce le hanno tramandate negli anni passati altre persone.

Un buon criterio di ricerca ci viene dall’autorevolezza di Gesù nella sua Parola. Affidarsi alla Parola e farla scendere dentro di sé ci fa luce per ogni nostra domanda. La Parola ci fa crescere nella fede. E l’altro criterio è il servizio agli altri. Quando vi mettiamo in atteggiamento di servizio diventiamo autorevoli come Gesù, capiamo cosa significhi amare e diamo contenuto alla nostra fede.

Impegniamoci… E avremo da Gesù tutte le risposte che desideriamo.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 14 Dicembre 2020
Articolo successivop. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 14 Dicembre 2020