Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 14 Aprile 2021

201

Continua il discorso di Gesù con Nicodemo. Gesù cerca di andare sempre più in profondità nel cuore di questo fariseo per fargli comprendere cosa significa rinascere a vita nuova, cosa significa credere nella sua persona. Significa innanzitutto credere che il figlio di Dio è venuto a salvarci, non a condannati.

Non è un Dio che condanna quello che viene rivelato da Gesù di Nazareth, ma che salva e già questa è una prima porta che Gesù cerca di aprire nella mente del fariseo Nicodemo, legato alla Legge e quindi  a un Dio giudice, al merito… La seconda porta che Gesù cerca di aprire nella mente di Nicodemo e nel suo cuore è l’accoglienza della persona di Gesù che entra nella sua vita come luce che fa verità dentro di sé. Non si può accogliere Gesù se non facciamo un cammino di verità di noi stessi e questo cammino ce lo fa fare proprio lo Spirito del Risorto. Senza verità non si può accogliere la presenza del Risorto in noi.

È Lui che ci aiuta a fare verità: chi siamo e chi possiamo diventare. E fare verità significa guardare in faccia le proprie menzogne, le proprie ipocrisie, i propri limiti. A volte siamo così pieni di sensi di colpa, di bassa autostima, di permalosità… che scarichiamo sugli altri la nostra negatività senza mai metterci in discussione…infettando anche l’aria di chi ci circonda. Quando facciamo verità allora tutto viene alla luce. Noi  nasciamo di nuovo, questo significa venire alla luce: quando fai verità dentro di te aiutato dallo Spirito del Risorto, allora tu rinasci, allora sei una persona nuova. 

Gesù invita  Nicodemo ad accoglierlo  facendo verità dentro di sé, accogliendo la luce che Gesù porta, accogliendo la salvezza che Gesù gli dona gratis, cancellando dalla sua mente l’immagine di un Dio che condanna. Abbiamo oggi molto da riflettere attraverso questa pagina su che cosa è la verità di noi stessi, su quanto ci impegniamo in questo cammino di verità alla scuola dello Spirito del Risorto che ci abita e quanto è illusorio un cammino di fede senza un cammino di verità di se stessi.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentep. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 14 Aprile 2021
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 14 Aprile 2021