Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 13 Agosto 2021

118

Leggendo questo Vangelo ci siamo sempre soffermati sul matrimonio e sulla sua indissolubilità, ma in effetti qui Gesù parla delle due grandi vie per concretizzare l’amore, per conoscere l’amore e testimoniare questo amore che parte dal nostro cuore e arriva a Dio attraverso la mediazione di una persona, nel caso la moglie o il marito, o una comunità di persone nel caso di chi si consacra al Signore per tutta la vita.

Il criterio è quello della fedeltà, cioè l’amore vero non può essere vissuto che nella fedeltà e questa comporta la comunione, il dialogo, il confronto, il perdono… cioè tutti quelli elementi che fanno vivere il rapporto con Dio e con gli altri. C’è sempre in mezzo la Trinità nei nostri rapporti di amore con gli altri: quando escludiamo Dio allora viene meno la nostra fedeltà in qualsiasi tipo di rapporto anche amicale.

Di fronte agli orrori dei femninicidi…pedofilia, abbandoni sia nella vita matrimoniale che consacrata oggi questa pagina mi illumina sulla mia capacità di essere fedele a Dio e alla persona o alle persone che Dio mi ha donato per condividere la vita. Fedeltà è impegno e dono di Dio. Chi è fedele assomiglia a Dio. Ne è veramente figlio.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentep. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 13 Agosto 2021
Articolo successivoFabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 13 Agosto 2021