Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 11 Agosto 2021

81

Il bene preminente per Gesù è la comunione fraterna. Bisogna fare di tutto per mantenerla. Non sempre è possibile perché quando non c’è reciprocità nei rapporti è dura. A volte rimaniamo delusi da persone che reputavamo amiche… Poi ti accorgi che ti avevano usato, oppure rivelano la loro ipocrisia…

O peggio ancora ti giudicano per quello che non sei. Lì il cammino fatto insieme si ferma perché non ci sono più le condizioni per stare insueme:è venuto meno il rispetto, base indispensabile per la comunione. Questa è la realtà della vita che ci tocca tutti. Ma il vangelo qui ci dice di non demordere, di tentare la correzione fraterna per non perdere il fratello o la sorella. Non sempre è facile ma dobbiamo crederci.

Questo vale anche per noi:ricevere la correzione fraterna è una grazia. Spesso i nostri rapporti si spezzano perché ci sentiamo a posto, da parte della ragione, insomma nessuno ci deve dare lezioni di vita. L’umiltà sta alla base di ogni relazione e quando questa manca la comunione è fragile.

Tuttavia anche quando abbiamo fatto di tutto per salvare la comunione in un rapporto e non ci siamo riusciti nulla ci vieta di continuare a portare nel cuore quel fratello o quella sorella:è una comunione spirituale che ci mantiene uniti al Padre come fratelli. Proviamoci.


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedenteFabrizio Morello – Commento al Vangelo del giorno, 11 Agosto 2021
Articolo successivoGesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 11 Agosto 2021