Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 10 Maggio 2022

36

- Pubblicità -

Continua il discorso di Gesù sul buon pastore. Lo abbiamo ascoltato domenica questo vangelo. Gesù si rivela Dio. Si identifica al Padre. È una bestemmia per i suoi ascoltatori. Ma questa è la verità. Nelle mano di Dio siamo al sicuro perché Gesù ci ha rivelato un Dio buono, Padre che ha cura di tutti e vuole la vita per tutti. Rifugiarsi in Lui presuppone l’ascolto della sua Parola che ci fa fare esperienza di Lui. Nessuno ci può rubare vita se siamo in comunione con il Signore.

Pensiamo oggi a tutte quelle volte in cui ci siamo sentiti al sicuro con Dio in situazioni difficili, e quante volte invece non lo abbiamo ascoltato smarrendoci nel cammino.
Da chi ti lasci rubare vita?

In che modo dai esperienza di ascolto della sua voce?


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 10 Maggio 2022
Articolo successivodon Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 10 Maggio 2022