Sr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 1 Settembre 2021

56

Luca continua a farci vedere gli spostamenti e le giornate di Gesù nella sua terra: dalla Sinagoga ad una casa familiare e da questa al deserto. Quindi da un luogo popolato a uno con una semplice famiglia, un clan, al deserto dove cerca di rimanere da solo.

Questi sono sempre stati i tre luoghi che Gesù ha privilegiato nella sua missione terrena: le sinagoghe luogo di culto del popolo ebraico, le famiglie, luogo di convivialità di fraternità e infine il deserto dove lui amava recarsi per stare solo con il Padre e rileggere la sua missione nel silenzio.

Questi tre luoghi ci possono ancora oggi indicare dei criteri per evangelizzare come Gesù le nostre realtà ecclesiali, le nostre parrocchie, le nostre famiglie, i nostri amici e infine i luoghi di solitudine, le periferie i luoghi dove si muore per mancanza di vita. Una pagina che ci fa riflettere sulla nostra missione evangelizzatrice che è come quella di Gesù. Chi vive di Gesù opera come Gesù, con la sua potenza, che guarisce e libera.

Ancora una volta questa pagina ci fa vedere l’azione taumaturgica e liberatrice di Gesù che egli ha trasmesso a ogni battezzato. È urgente che noi recuperiamo la nostra missione originaria di cristiani, recuperare un nuovo modo di essere e di inserirsi nelle realtà ecclesiali, nelle nostre parrocchie, nelle nostre diocesi… rivedere il nostro essere cristiani in famiglia la trasmissione della fede alle persone che amiamo, e infine la nostra presenza nei deserti e nelle periferie delle della nostra esistenza tra i poveri, tra gli emarginati, tra gli scartati.

Non ci si può rinchiudere nel proprio guscio ma l’essere cristiani comporta una itineranza così come questa pagina ci propone, un uscire da sé per portare ancora oggi il lieto annuncio che Dio è amore e Misericordia, che Dio ci vuole felici, ama tutti indistintamente e che la vita ha senso solo se  è centrata sull’amore. Quanto mi interroga questa pagina di vangelo? Dove vado ad evangelizza? Chi evangelizzo?


A cura di Sr Palmarita Guida della Fraternità Vincenziana Tiberiade 

Articolo precedenteGesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 1 Settembre 2021
Articolo successivodon Gabriele Nanni – Commento al Vangelo del 1 Settembre 2021