Rodolfo Valdés – Commento al Vangelo del 16 Giugno 2021

54

Nel vangelo di oggi, il Signore ci propone tre grandi monumenti che possiamo innalzare nella nostra vita cristiana: l’elemosina, la preghiera e il digiuno. Sono tre meravigliose opere che piacciono al nostro Padre celeste.

Fare l’elemosina, pregare o mortificarsi solo per sentirsi bene o per dare l’impressione di “essere brave persone” oscura la luminosità di una azione di per sé buona. È come coprire con un telo un’opera d’arte o come dare una pennellata inesperta a un quadro già finito.

Gesù utilizza una frase ricorrente quando espone questo insegnamento: tuo Padre vede nel segreto. Tutti vorremmo che le opere buone fossero riconosciute e, il Signore non nega questa realtà. Ma ci ricorda che il migliore riconoscimento è quello che viene da Dio. Purtroppo noi uomini siamo capaci di riempire, oggi, di complimenti una persona e, domani, criticarla. Ma lo sguardo paterno di Dio non cambia mai.

Il Signore apprezza la nostra carità, la nostra preghiera e i nostri sacrifici, per quanto piccoli e nascosti possano sembrare. Quando giungeremo in cielo, potremo contemplare assieme a Lui i monumenti d’amore che abbiamo innalzato nel corso della nostra vita e ci rallegreremo nello scoprire l’immenso valore che hanno avuto ai suoi occhi.

Rodolfo Valdés


Fonte: La pagina Facebook di “Opus Dei Italia” | Sito Web con tutti i commenti al Vangelo 

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedenteGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 16 Giugno 2021
Articolo successivodon Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 16 Giugno 2021