Robert Cheaib – Commento al Vangelo del 6 Settembre 2020

62

Il fratello o la sorella sono quelle persone con cui stai gomito a gomito. Sono solitamente quelli a ciò dai più gomitate e dai cui sopporti meno le gomitate.

Con loro si instaura un rapporto di familiarità e di ovvietà che diventa a lungo andare causa di accecamento, di pregiudizio, di intolleranza. Eppure questi rapporti sono i rapporti veri, sono quelli che possono essere fonte di autenticità e di trasformazione continua e reciproca.

Gesù viene a battere questo chiodo, iniziando con l’importanza del perdono. All’altro, prima di perdonare misfatti, dobbiamo perdonare la sua alterità, la sua diversità, la sua imperfezione.

Questo perdono, altro che difficile, ha bisogno di nutrirsi e di rinfrescarsi a u a sorgente limpida, quella della presenza di Gesù in mezzo a noi.


Fonte: il sito di Robert Cheaib oppure il suo canale Telegram

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l’Università Cattolica del Sacro Cuore.