Robert Cheaib – Commento al Vangelo del 31 Agosto 2020

72

Signore, ti confesso che – non senza un certo imbarazzo – mi sono immedesimato con chi ti ascoltava nella sinagoga. Per la precisione, con la richiesta che tu hai riassunto dal loro atteggiamento: «Medico, cura te stesso».

Medico delle anime, Farmaco di vita, cura la tua Chiesa, tisana la tua Sposa. Cura questa umanità, così provata.

Sì, Signore, te lo chiedo: non per mancanza di fede, ma perché credo; Non per metterti alla prova, ma perché noi siamo provati. Donaci la tua grazia in abbondanza, o Principe di pace. Noi siamo il tuo popolo. Signore, abbi pietà.


Fonte: il sito di Robert Cheaib oppure il suo canale Telegram

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l’Università Cattolica del Sacro Cuore.