Robert Cheaib – Commento al Vangelo del 25 Marzo 2021

138

Fonte: il sito di Robert Cheaib oppure il libretto “Parola e Preghiera” oppure il suo canale Telegram.

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l’Università Cattolica del Sacro Cuore.


​​Possiamo guardare a Maria come a una stella lontana. Facendo così, la ammiriamo, ma non ne percepiamo la vera vicinanza. La vera prossimita di Maria la cogliamo quando scopriamo che il suo sì deve suscitare il nostro. Mi viene in mente l’atteggiamento di Madre Teresa che fece un voto di non rifiutare mai nulla a Gesu.

È costoso, è folle, ma, a giudicare dai frutti nella vita di Madre Teresa, si vede che Dio non spreca nulla di ciò gli viene donato e consacrato, ma fa di ogni grembo obbediente un terreno fertile per la fioritura di Cristo, cuore del mondo.

Articolo precedentedon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 25 Marzo 2021
Articolo successivop. Enzo Fortunato – Commento al Vangelo del 25 Marzo 2021