Robert Cheaib – Commento al #Vangelo del 18 Marzo 2019

123

A volte sembra che veniamo lasciati dal Signore in stato di caduta libera. Sembra anche che il Signore non stia dando ascolto alle nostre suppliche per aiutarci a metterci in piedi per poterlo seguire meglio.

In realtà, questi momenti sono preziosi, sono momenti in cui impariamo la compassione. In momenti così, scopriamo la Misericordia perché riconosciamo che il Signore ci ama a prescindere dalle nostre miserie, e perché toccando con mano la nostra povertà, impariamo a diventare più comprensivi e compassionevoli con gli altri.

Dicevo che questi momenti sono preziosi. Si, perché se c’è una perfezione, non è quella dei perfettini, ma la perfezione nella compassione è nella misericordia, a imitazione delle viscere materne di Dio.

Fonte: il sito di Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

Lc 6, 36-38
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso.
Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati.
Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

[/box]