Home / Vangelo del Giorno / Robert Cheaib – Commento al #Vangelo del 15 Marzo 2019

Robert Cheaib – Commento al #Vangelo del 15 Marzo 2019

Quando Gesù afferma che la nostra giustizia deve superare quella degli scribi e dei farisei per entrare nel regno dei cieli, egli non intende che dobbiamo diventare più lealisti e religiosamente fiscali di loro.

Il seguito del discorso del Signore, infatti, chiarisce il suo intento: il metro di misura è il rapporto con il fratello (e la sorella). La giustizia, sinonimo di santità, non si vive in un astratto legalismo, ma nella concretezza dell’incontro con l’altro.

Incontro decisamente difficile e non bisogna negarlo nascondendosi dietro il proprio dito. Ma ciò nonostante, l’incontro decisivo per verificare se il rapporto con Dio è un’illusione o una realtà. Ti rimani da rispondere a questa domanda: chi è il tuo prossimo?

Robert Cheaib

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Mt 5, 20-26
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli.
Avete inteso che fu detto agli antichi: “Non ucciderai”; chi avrà ucciso dovrà essere sottoposto al giudizio. Ma io vi dico: chiunque si adira con il proprio fratello dovrà essere sottoposto al giudizio. Chi poi dice al fratello: “Stupido”, dovrà essere sottoposto al sinèdrio; e chi gli dice: “Pazzo”, sarà destinato al fuoco della Geènna.
Se dunque tu presenti la tua offerta all’altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all’altare, va’ prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna a offrire il tuo dono.
Mettiti presto d’accordo con il tuo avversario mentre sei in cammino con lui, perché l’avversario non ti consegni al giudice e il giudice alla guardia, e tu venga gettato in prigione. In verità io ti dico: non uscirai di là finché non avrai pagato fino all’ultimo spicciolo!».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

VEDI ANCHE

Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 22 Maggio 2019 – Gv 15, 1-8

Oggi il Signore ci offre due semplici idee, due immagini molto forti. La prima è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.