Robert Cheaib – Commento al Vangelo del 14 Settembre 2019

449

Un pensiero per la festa dell’esaltazione della SANTA CROCE dal libro in uscita: Scorciatoie verso Dio. Il genio spirituale di John Henry Newman:

Vegliare con Cristo è un vegliare innamorato che, in definitiva, ci riveste di Cristo: «Veglia con Cristo chi fa memoria e rinnova ancora nella sua persona la croce e l’agonia di Cristo, e riveste con gioia questo mantello di afflizione che il Cristo ha portato quaggiù e ha lasciato dietro a sé quando è salito al cielo».

È così, in quest’attesa innamorata, che si custodisce la verginità dell’anima. Il paradigma di quest’attesa è la vergine Maria, la quale è stata sì per nove mesi in attesa carnale di Dio, ma ciò che la rende più sublime è che è stata sempre in attesa spirituale del suo Amato: «Tu, o Maria, sei la vergine delle vergini. Avere un’anima verginale è non amare nulla sulla terra al pari di Dio, e amare tutto per Lui. L’anima vergine è quella che guarda costantemente verso il Suo Amato che è nei Cieli, e che Lo vede in tutto ciò che è amabile sulla terra, amando gli amici terreni molto caramente, ma mantenendoli nel loro posto, come doni Suoi e rappresentanti Suoi, amando soltanto Gesù con un amore sovrano, rimanendo pronta a perdere tutto, per conservare Lui».

Fonte: il sito di Robert Cheaib oppure il suo canale Telegram

Docente di Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana e l’Università Cattolica del Sacro Cuore.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.