Riflessione al Vangelo del 14 dicembre 2017 – Un attimo di Pace

239

Fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista

Le chiamano “gouaches découpées”: sono semplici carte dipinte con colori puri, tagliate, composte e incollate in modo da creare vere opere d’arte in cui la linea, il colore e la forma sono ridotte all’essenziale.
Sono l’ultima creazione del pittore francese Henri Matisse il cui sogno di essere artista non si piegò neppure alla malattia che negli ultimi anni lo costringeva a letto o in carrozzina. Quando non poté fare altro, prese carta e forbici e cambiò modo d’esprimere la sua anima di artista, ma non rinunciò al sogno di tutta una vita.
Questo fa di un uomo, un grande: perseguire con testarda convinzione un sogno, uno scopo, anche quando tutto sembra ostacolarne la realizzazione.
Fu così anche per il Battista che accettò la solitudine e l’incomprensione che spesso accompagna i cercatori, che sognò e vide il regno di Dio vicino anche nel tempo difficile della sottomissione a dominatori violenti e corrotti, che mise in discussione la sua stessa immagine di Dio quando un uomo col volto buono di agnello gli mostrò un modo diverso di essere re in quel regno.
Non c’è maggior grandezza di quella di colui che spezza le proprie rigidità e si lascia cambiare, ma non rinuncia al suo sogno.

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Mt 11, 11-15
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse alle folle:
«In verità io vi dico: fra i nati da donna non è sorto alcuno più grande di Giovanni il Battista; ma il più piccolo nel regno dei cieli è più grande di lui.
Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli subisce violenza e i violenti se ne impadroniscono.
Tutti i Profeti e la Legge infatti hanno profetato fino a Giovanni. E, se volete comprendere, è lui quell’Elìa che deve venire.
Chi ha orecchi, ascolti!».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.