Piotr Zygulski – Commento al Vangelo del 9 Ottobre 2019

441

“Il nostro pane quotidiano”

Tante volte recitiamo questa espressione del Padre nostro, ma non sempre riusciamo a vedere quello che viviamo alla luce di queste parole. Il pane quotidiano è tutto ciò che costituisce un nutrimento per noi, non solo nell’ambito materiale, ma sopratutto in quello spirituale.

Come il cibo ci nutre e ci alimenta, allo stesso modo il Signore provvede al nostro benessere, alla nostra condizione fisica, e alla crescita della nostra anima. Questo non vuol dire che l’uomo gode sempre di felicità e di ottima salute.

Anche situazioni “spiacevoli”, umiliazioni, sofferenze, sono un nutrimento per l’anima, per accrescere la fede e per la sua santificazione. Tu come accogli il pane quotidiano che Dio ti offre?

don Vincenzo

Commento a cura di:

Piotr ZygulskiPiotr Zygulski, nato a Genova nel 1993, dopo gli studi in Economia all’Università di Genova ha ottenuto la Laurea Magistrale in Filosofia ed Etica delle Relazioni all’Università di Perugia e in Ontologia Trinitaria all’Istituto Universitario Sophia di Loppiano (FI), dove attualmente è dottorando in studi teologici interreligiosi. Dirige la rivista di dibattito ecclesiale “Nipoti di Maritain” (sito).

Tra le pubblicazioni: Il Battesimo di Gesù. Un’immersione nella storicità dei Vangeli, Postfazione di Gérard Rossé, EDB 2019.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Signore, insegnaci a pregare.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 11, 1-4

Gesù si trovava in un luogo a pregare; quando ebbe finito, uno dei suoi discepoli gli disse: «Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli».

Ed egli disse loro: «Quando pregate, dite:
Padre,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno;
dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano,
e perdona a noi i nostri peccati,
anche noi infatti perdoniamo a ogni nostro debitore,
e non abbandonarci alla tentazione».

Parola del Signore