Piotr Zygulski – Commento al Vangelo del 9 Luglio 2020

165

Vengono menzionate Sodoma e Gomorra. Ma no, non c’entrano gli amici gay! In realtà non c’entravano neppure nel racconto biblico originario. Il contesto in cui ne parla Gesù scioglie ogni dubbio. Gli abitanti di Sodoma – i sodomiti – volevano stuprare due angeli ospitati da Lot. Tali messaggeri divini lo avvisavano di salvarsi dalla distruzione della città; tra l’altro, notoriamente è una perdita di tempo discutere del sesso degli angeli.

Fatto sta che l’intenzione dei sodomiti era di disprezzare l’ospitalità di Lot, di fare violenza contro gli stranieri da lui ospitati. Volevano impossessarsi del dono che Dio aveva offerto a Lot e che lui aveva accolto. Che c’entra il vangelo di oggi? Pure qui si ipotizza il rifiuto di un’accoglienza. Anche i messaggeri inviati da Gesù potranno essere minacciati, rifiutati, espulsi.

Ma ad essi è chiesto di non dare peso al rifiuto, di non portare la polvere del rancore: alla condanna ci penserà qualcun altro. Piuttosto si impegnino nelle relazioni significative, perseverando nel dono della gratuità. Da Gesù hanno ricevuto accoglienza gratuita e nella gratuità l’hanno accolta. Accoglienza nell’accoglienza, per chi la accoglie accogliendo. Per essere ospitati occorre scegliere l’ospitalità. Non è un gioco di parole: puoi fare spazio all’altro se qualcun altro fa spazio per te, e in quello spazio vuoto tu decidi di spostarti.

Gesù lo ha fatto, si è tuffato nel silenzio che gli ha donato il Padre e che ora cede a noi: lì c’è solamente il suo Spirito, il “dolce ospite”. Così chi non lascia spazio all’altro – al “diverso” – rifiuta non solamente messaggeri o angeli, ma proprio lo spazio di Dio stesso. Si taglia fuori da Dio, sebbene voglia impossessarsi dei suoi doni. Si distrugge, peggio di Sodoma e Gomorra.


Commento a cura di:

Piotr Zygulski, nato a Genova nel 1993, dopo gli studi in Economia all’Università di Genova ha ottenuto la Laurea Magistrale in Filosofia ed Etica delle Relazioni all’Università di Perugia e in Ontologia Trinitaria all’Istituto Universitario Sophia di Loppiano (FI), dove attualmente è dottorando in studi teologici interreligiosi. Dirige la rivista di dibattito ecclesiale “Nipoti di Maritain” (sito).

Tra le pubblicazioni: Il Battesimo di Gesù. Un’immersione nella storicità dei Vangeli, Postfazione di Gérard Rossé, EDB 2019.