Piotr Zygulski – Commento al Vangelo del 24 Ottobre 2020

87

Peggio del non voler valutare la profondità del tempo presente c’è il giudicare in modo superficiale, affrettato, distorto. Un esempio può essere quello imputare subito alle vittime la colpa dei disastri che sono loro accaduti. Se la sono davvero cercata? Che siano vittime di disgrazie umane – quali ad esempio un pestaggio, un omicidio o un genocidio – oppure vittime di catastrofi naturali o malattie, restano innanzitutto vittime.

Sarebbe blasfemo pensare che ci sia lo zampino di una divinità che si divertirebbe a uccidere qualche pedina sulla terra per gioco o per punizione, o permetterebbe che siano altri indirettamente a farlo per non sporcarsi Lui le mani. Invece per esperienza anche Gesù ci invita a riflettere che, come il sole splende su giusti e ingiusti e su entrambi cade la pioggia, così anche la morte riguarda giusti e ingiusti, a chi prima e a chi dopo, come noi per il momento.

Il discernimento che possiamo fare è renderci conto che adesso siamo vivi. E che ci resta questo breve tempo per amare, con il nostro corpo, su questa terra. Non sprechiamo fiato in dietrologie e congetture sulla quantità di peccati di coloro che sono morti, né tantomeno pensiamo che Dio voglia punire chissà chi. Piuttosto ringraziamolo per il miracolo che siamo, e che lo possiamo fare da vivi, perché siamo vivi.

Smettiamola di insistere in modo sterile sul male – sia esso “naturale” come un inevitabile terremoto o “morale” come una inutile strage – e convertiamoci in fruttificatori di bene, in cercatori di sprazzi di dialogo, in ricostruttori di legami sociali giusti per fronteggiare ogni difficoltà.


Commento a cura di:

Piotr Zygulski, nato a Genova nel 1993, dopo gli studi in Economia all’Università di Genova ha ottenuto la Laurea Magistrale in Filosofia ed Etica delle Relazioni all’Università di Perugia e in Ontologia Trinitaria all’Istituto Universitario Sophia di Loppiano (FI), dove attualmente è dottorando in studi teologici interreligiosi. Dirige la rivista di dibattito ecclesiale “Nipoti di Maritain” (sito).

Tra le pubblicazioni: Il Battesimo di Gesù. Un’immersione nella storicità dei Vangeli, Postfazione di Gérard Rossé, EDB 2019.