Piotr Zygulski – Commento al Vangelo del 20 Ottobre 2020

120

Vegliare non è semplicemente non dormire, o passare una notte insonne, ma essere davvero pronti. Le lampade accese sono proprio quelle di coloro che non lasciano trascorrere il tempo come se fosse uno spazio vuoto, ma lo illuminano, ci abitano e lo scrutano. Nel cercano un senso.

Quel senso è il servizio, la consapevolezza di essere servi di un uomo che sta festeggiando, e che al suo ritorno porterà in casa qualche avanzo della sua festa. Anzi, si scopre che vuole persino prolungarla con noi, vuole farci protagonisti. Così inaspettatamente prende il nostro posto, e ci cede il suo. Lui, servo dei servi; noi, servi del servo.

Benedetta veglia, che nel farsi ci stai preparando a una così grande benedizione! Benedetta veglia, che nel servizio custodisci la presenza! Benedetta veglia, che nel servire illumini il presente alla luce del Risorto, che tutto ribalta!


Commento a cura di:

Piotr Zygulski, nato a Genova nel 1993, dopo gli studi in Economia all’Università di Genova ha ottenuto la Laurea Magistrale in Filosofia ed Etica delle Relazioni all’Università di Perugia e in Ontologia Trinitaria all’Istituto Universitario Sophia di Loppiano (FI), dove attualmente è dottorando in studi teologici interreligiosi. Dirige la rivista di dibattito ecclesiale “Nipoti di Maritain” (sito).

Tra le pubblicazioni: Il Battesimo di Gesù. Un’immersione nella storicità dei Vangeli, Postfazione di Gérard Rossé, EDB 2019.