Piotr Zygulski – Commento al Vangelo del 12 Novembre 2020

81

Commento a cura di:

Piotr Zygulski, nato a Genova nel 1993, dopo gli studi in Economia all’Università di Genova ha ottenuto la Laurea Magistrale in Filosofia ed Etica delle Relazioni all’Università di Perugia e in Ontologia Trinitaria all’Istituto Universitario Sophia di Loppiano (FI), dove attualmente è dottorando in studi teologici interreligiosi. Dirige la rivista di dibattito ecclesiale “Nipoti di Maritain” (sito).

Tra le pubblicazioni: Il Battesimo di Gesù. Un’immersione nella storicità dei Vangeli, Postfazione di Gérard Rossé, EDB 2019.


Di fronte alla domanda sul “quando?” Gesù preferisce rispondere piuttosto con il “come” e con il “dove”. Non importa il momento preciso, anzi è meglio evitare di fissare date puntuali sul calendario.

Rischieremmo di perderci tutto il tempo del prima e tutto il tempo del dopo. Ma soprattutto il tutto tempo dell’adesso, l’attimo presente. Allora, come viene il Regno? Di nascosto. Dove? In mezzo a noi.

Questo è lo stile: quello di una foresta che cresce già qui senza far rumore. Ciò che ci può distogliere dal Regno di Dio sono le voci di chi ci suggerisce di cercarlo altrove.

In un luogo specifico miracoloso, in un evento eclatante, in una veggente. «Non andateci, non seguiteli!» ci ammonisce chiaramente Gesù. Scopriamolo vivo in mezzo a noi, oggi, nel suo nascondimento. E in un lampo saremo in Dio.