Per la Famiglia – Commento al Vangelo del 15 Novembre 2018

65

Oggi abbiamo un’altra domanda poco intelligente. Questa volta viene dai farisei. È la tipica domanda della curiosità umana che dimentica il fondamentale. La cosa importante non è il “quando” ma il “cosa”. Tra altre cose, perché il regno dei cieli è già cominciato in mezzo a noi, in silenzio, senza rumore: la Chiesa, i sacramenti, la Parola di Dio, i fedeli … ti sembra poco? Se Gesù non fosse venuto …
Gesù è venuto e ci ha portato il fondamentale: Dio. Quindi, le guerre? La fame? Le ingiustizie? Ciò accade perché Dio è venuto e non lo abbiamo seguito!

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Lc 17, 20-25
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, i farisei domandarono a Gesù: «Quando verrà il regno di Dio?». Egli rispose loro: «Il regno di Dio non viene in modo da attirare l’attenzione, e nessuno dirà: “Eccolo qui”, oppure: “Eccolo là”. Perché, ecco, il regno di Dio è in mezzo a voi!».
Disse poi ai discepoli: «Verranno giorni in cui desidererete vedere anche uno solo dei giorni del Figlio dell’uomo, ma non lo vedrete. Vi diranno: “Eccolo là”, oppure: “Eccolo qui”; non andateci, non seguiteli. Perché come la folgore, guizzando, brilla da un capo all’altro del cielo, così sarà il Figlio dell’uomo nel suo giorno. Ma prima è necessario che egli soffra molto e venga rifiutato da questa generazione».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

[/box]

Fonte

Articolo precedenteContemplare il Vangelo di oggi – 15 Novembre 2018 – Lc 17, 20-25
Articolo successivoMonastero di Bose – Commento al Vangelo del 15 Novembre 2018