Per la Famiglia – Commento al Vangelo del 13 Novembre 2018

64

Oggi Gesù Cristo ci mette a posto. Viviamo in un momento in cui, spesso, l’uomo cerca di assumere il posto di Dio. Da alcuni secoli i progressi della scienza e della tecnologia sono aumentati come mai. Questo è buono! Il male è dimenticarsi di Dio, pensando che non abbiamo bisogno di nessun “dio” che le religioni sono un ostacolo al progresso o che noi stessi siamo “Dio” …

Ma abbiamo fatto davvero molti progressi? Il secolo XX ha il record di omicidi e genocidi! E la povertà scandalosa che esiste ancora nel secolo XXI? ¿Progresso? Siamo abbastanza inutili … Se, almeno, fossimo servi di Dio…

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Lc 17, 7-10
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse:
«Chi di voi, se ha un servo ad arare o a pascolare il gregge, gli dirà, quando rientra dal campo: “Vieni subito e mettiti a tavola”? Non gli dirà piuttosto: “Prepara da mangiare, strìngiti le vesti ai fianchi e sérvimi, finché avrò mangiato e bevuto, e dopo mangerai e berrai tu”? Avrà forse gratitudine verso quel servo, perché ha eseguito gli ordini ricevuti?
Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare”».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

[/box]

Fonte

Articolo precedenteContemplare il Vangelo di oggi – 13 Novembre 2018 – Lc 17, 7-10
Articolo successivoIl calendario di Frate Indovino 2019 – “Conquiste di ieri e conquiste di oggi”